Dialoghi sul Perdono nelle scuole.

Educare alla Consapevolezza. Stili di vita ed educazione alla salute.

1. PREMESSA

Il progetto “Dialoghi sul perdono” è un invito alla conoscenza di una filosofia che migliora la qualità della vita sotto l’aspetto personale, relazionale e sociale, e che può essere applicata in ogni ambito dell’educazione.

Il perdono è una delle abilità personali e sociali necessarie nella nuova educazione di tutti gli individui, una strategia evolutiva fondamentale per la salute, il benessere e la qualità della vita. Il perdono appartiene alle abilità e virtù basilari di un nuovo modo di essere umani; è un allenamento neuronale del cervello che sviluppa capacità fondamentali nella sfera personale, relazionale e sociale, quali trasformare i problemi in risorse, gestire i conflitti, sviluppare l'empatia matura, la cultura integrata della pace.

La più recente ricerca scientifica nell’ambito delle neuroscienze ha evidenziato gli effetti benefici del perdono sul sistema circolatorio, quello immunitario e nervoso, consacrandolo come strumento fondamentale per la salute e la qualità della vita, al di là dei soli ambiti psicologico e spirituale; è nata una vera e propria “scienza del perdono” che sta avendo un impatto sociale ed educativo sempre maggiore.

Allo scopo di promuovere la salute nei giovani, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato sin dal 1994 il progetto “Skills for Life” con il quale si propone di migliorare il benessere e la salute psico-sociale dei bambini e degli adolescenti tramite l’apprendimento di abilità utili per la gestione della emotività e delle relazioni sociali. Le abilità riconosciute dall’OMS sono il decision making, il problem solving, la creatività, il senso critico, la comunicazione, l’autoconsapevolezza, le relazioni interpersonali, l’empatia, la gestione delle emozioni e dello stress. Questo progetto vuole promuovere la diffusione del perdono, secondo una visione laica, come ulteriore nuova abilità di vita. 

2. STRUTTURA DEL PROGETTO

2.1. PROMOTORI

My Life Design Foundation

La My Life Design Foundation, è un’organizzazione no profit classificata come Benefica e Culturale, costituita il 20 Maggio 2008. Iscritta nel Registro delle Fondazioni della Generalità di Catalunya, il suo statuto prevede l’intervento anche in ambito trasnazionale.La Fondazione è composta da un’equipe internazionale e da un comitato tecnico scientifico di professionisti altamente qualificati nel campo della ricerca scientifica e innovazione, che sviluppa iniziative e progetti per generare nello scenario globale la diffusione e il consolidamento di valori profondi e autentici per apportare un cambiamento e miglioramento personale, relazionale e sociale. Promuove uno stile di vita integrato per incoraggiare attitudini sane, scelte individuali responsabili e socialmente condivisibili, attraverso strumenti e metodologie d’avanguardia. I principali ambiti di intervento pertanto si prefiggono di operare nella salute, nella ricerca scientifica e sviluppo, nell’educazione superiore e istruzione, nell’arte e cultura e nei diritti umani. 

International School of Forgiveness

La International School of Forgiveness nasce nel 2013 per volontà di Daniel Lumera, come progetto della Fondazione My Life Design che studia il profondo impatto del perdono sugli individui, le relazioni e la società.
La ISF è impegnata nello sviluppo di un concetto laico del perdono, integrato con le social and life skills, nell’educazione dei bambini, adolescenti e degli adulti, finalizzato allo sviluppo di una cultura della pace e risoluzione non violenta dei conflitti, il dialogo interculturale e la solidarietà. La ISF, i cui pilastri fondamentali sono la responsabilità e il perdono, si propone di formare nuove generazioni di individui capaci di rendere la vita un’esperienza più consapevole, felice e autentica, per se stessi e per gli altri. Questa esperienza formativa nasce per celebrare coerentemente i valori della consapevolezza, della felicità, della responsabilità e della pace. La ISF sviluppa e trasmette modelli e metodi che favoriscono una comprensione globale del processo del perdono, al fine di ottenere un beneficio integrale su molteplici livelli di esperienza, primo fra tutti quello della salute.

Contatti: education@mylifedesignfoundation.org segreteriaisf@mylifedesignfoundation.org

2.2. DESTINATARI

Alunni e professori degli istituti superiori italiani.
Il progetto prevede il coinvolgimento di alunni e professori di massimo 15 scuole pilota. Le classi coinvolte sono preferibilmente quelle degli ultimi due anni (4° e 5°).

2.3. DURATA DEL PROGETTO E SUA ARTICOLAZIONE Da Dicembre 2015 a Marzo 2016.

  • Dicembre2015-Gennaio 2016: Incontro didattico “Dialoghi sul perdono”, uno per ciascuno degli istituti che aderiscono al progetto.

  • Febbraio 2016: Creazione delle opere sul perdono da parte degli studenti degli istituti che aderiscono al progetto.

  • Marzo 2016: Valutazione delle opere e individuazione dei vincitori.

  • 11 Marzo 2016: premiazione delle opere vincitrici e designazione dell’ambasciatore junior del perdono.

3. DESCRIZIONE DEL PROGETTO

3.1. OBIETTIVI DEL PROGETTO
Obiettivi primari del progetto sono l’educazione alla consapevolezza, alla salute e alla qualità della vita e la diffusione della cultura della pace, mediante il valore del perdono.

3.2. METODOLOGIA E STRUMENTI
Si propone l’adozione di una metodologia di apprendimento attivo che si avvale dell’utilizzo di tecniche didattiche interattive (brainstorming, role-playing, casi studio, video, ecc.), allo scopo di stimolare un coinvolgimento attivo nell’approfondimento del valore del perdono. In ciascun istituto il progetto prenderà il via con un incontro didattico e di formazione (“Dialoghi sul Perdono”) con Daniel Lumera, Direttore della My Life Design Foundation e autore del libro “I sette passi del Perdono” sul tema del perdono come scienza della felicità. Durante l’incontro con alunni e professori verranno utilizzati strumenti di didattica attiva per favorire la trasmissione delle informazioni e delle conoscenze di questa nuova abilità di vita. Il percorso di apprendimento sarà seguito da una fase di elaborazione creativa che vedrà gli alunni impegnati nella realizzazione di un’opera ispirata dal tema del perdono; l’opera potrà prendere forma attraverso uno scritto letterario, un prodotto audio-video o artistico-figurativo.

3.3. MODALITÀ DI SVOLGIMENTO
L’incontro dal titolo “Dialoghi sul Perdono” avrà durata di 2 ore e verrà effettuato nelle scuole coinvolte, in spazi adatti, messi a disposizione dagli istituti, dove gli alunni e i docenti potranno riunirsi in seduta plenaria. A conclusione dell’incontro, agli studenti sarà richiesto di elaborare dei progetti che testimonino la loro percezione del valore del perdono attraverso i tre possibili strumenti proposti dalla Fondazione: lo scritto letterario, il prodotto audio-video o quello artistico-figurativo. L’opera realizzata s’intende come strumento attraverso il quale celebrare e raccontare una prospettiva nuova e completa del valore del perdono, secondo una dimensione laica e pragmatica, utile nella vita quotidiana. Gli insegnanti, se disponibili, potranno facilitare gli allievi nell’approfondimento del tema del perdono e di supportarli nella scelta della forma di rappresentazione. Il progetto sarà sviluppato in collaborazione con i formatori della My Life Design Foundation, sotto la supervisione di Daniel Lumera.

3.4. RISULTATI ATTESI
Il progetto si propone di stimolare negli studenti una riflessione sul tema del perdono che attraverso l’elaborazione creativa possa sedimentarsi e diventare una nuova consapevolezza acquisita ed una nuova abilità di vita. L’opera creativa realizzata vuole essere un’occasione per rendere visibile un concetto apparentemente astratto. Il progetto auspica il coinvolgimento attivo e diretto degli insegnanti, in modo tale che l’intervento possa assumere caratteristiche di continuità nel tempo.

3.5. STRUMENTI DI MONITORAGGIO E VALUTAZIONE
Allo scopo di misurare l’impatto dell’intervento sul benessere e sulla qualità della vita degli studenti destinatari del progetto sono previste le seguenti azioni:

  • Monitoraggio e supervisione dei progetti
    i formatori della My Life Design Foundation, affiancati dagli insegnanti che si renderanno disponibili, supporteranno i ragazzi in caso di difficoltà impreviste nel corso dell’intervento.

  • Valutazione di risultato
    è prevista una valutazione delle opere presentate da parte dei formatori della My Life Design Foundation, in riferimento all’appropriatezza dei contenuti, al rispetto dell’obiettivo e la qualità dell’opera dal punto di vista formale e della intensità espressiva.

    3.6. OUTPUT DEL PROGETTO
    Concorso/Premi/Evento finale/Opere
    Le opere andranno inviate all’indirizzo mail concorso@mylifedesignfoundation.org (nel caso di opere figurative si richiede l’invio di 1-3 fotografie a 300 dpi esplicative dell’opera).
    Le opere devono essere inviate entro e non oltre il 25 Febbraio 2016; farà fede la data di invio della mail. Le opere selezionate saranno esposte e presentate durante la Giornata Internazionale del Perdono. Tra tutti i progetti inviati saranno selezionati i 3 vincitori: uno per la categoria Letteratura, uno per la categoria Audio-Video e uno per la categoria Arti figurative. La selezione sarà effettuata in base alla efficacia nella aderenza ai valori del perdono da una commissione di valutazione della International School of Forgiveness. I tre progetti vincitori saranno presentati e premiati durante la Giornata Internazionale del Perdono che si celebrerà nella mattina dell’11 Marzo 2016 a Roma. Gli alunni premiati riceveranno il premio internazionale “Ambasciatore del perdono Junior” dalla My Life Design Foundation.

Maggiori informazioni sul progetto nel Catalogo dei progetti integrativi del P.O.F. di Roma : "Roma con le Scuole: percorsi didattici per una crescita in Comune". pag.60 http://www.comune.roma.it/…/…/cms/documents/CATOLOGO_POF.pdf

SOSTIENI QUESTO PROGETTO